Casteldaccia: si accende lo scontro politico sul post-elezioni

0
2166

In questi giorni di caldo torrido ed emergenza incendi a Casteldaccia ci pensa anche la politica ad incendiare il clima.

Continuano infatti a persistere e provocare reazioni le scorie lasciate dalle ultime elezioni comunali che hanno visto la vittoria di Giovanni Di Giacinto e del suo gruppo “Per Casteldaccia”.

Cerchiamo un po’ di ricostruire gli eventi di queste settimane.
Come ben ricorderete, visto che il nostro giornale ne ha data ampia diffusione, nelle giornate successive alla proclamazione del sindaco neo eletto si susseguirono voci sempre più insistenti su presunte irregolarità dettate dal voto di scambio durante le operazioni di voto del 10 giugno.
Subito alcune delle liste risultate non vincitrici (Evoluzione 4.0 e Officina CambiaMenti ndr), chiesero attraverso un comunicato pubblicato dal nostro giornale il 14 giugno, di fare chiarezza su cosa fosse realmente successo.
(questo il link del nostro articolo: https://siculum.it/territorio/casteldaccia/casteldaccia-comunicato-stampa-sulle-elezioni-del-10-giugno/)

Nel frattempo la Procura di Termini Imerese decideva di aprire ufficialmente un’inchiesta.
Alla luce di queste notizie diffuse da tutti gli organi di stampa, il 18 Giugno il gruppo casteldaccese del Movimento 5 Stelle decide di emettere un comunicato a cui fa seguito nel pomeriggio l’intervento alla Camera dei Deputati dell’On. Davide Aiello, in cui indica chiaramente uno dei duo Assessori Designati dal sindaco eletto come responsabile del presunto voto di scambio. “Verità e Giustizia”, queste le richieste del Deputato grillino.
(questo il link del nostro articolo che comprende anche l’intervento alla Camera: https://siculum.it/territorio/casteldaccia/elezioni-casteldaccia-arriva-il-comunicato-del-movimento-cinque-stelle/)

E diventa proprio questo intervento a Montecitorio l’oggetto del contendere con il Sindaco Di Giacinto. Il primo cittadino infatti nel corso del primo consiglio comunale del 26 Giugno chiese dal pulpito all’On. Aiello di rinunciare all’immunità parlamentare così da poterlo querelare per le parole pronunciate alla Camera che avrebbero offeso la comunità casteldaccese.
Passa poco meno di un mese, e Venerdì scorso 20 luglio, nel corso della premiazione serale dei giovani Casteldaccesi e delle eccellenze paesane che si sono distinte in campo sportivo e culturale, il Sindaco Di Giacinto nel corso dello spettacolo ha nuovamente invitato l’On. Aiello, presente in platea, a rinunciare all’immunità parlamentare così “da poterlo querelare per nome e per conto dei Casteldaccesi”.

Non si fa attendere la replica del gruppo del M5S locale che in un post su Facebook con in allegato un video pubblica le parole del sindaco pronunciate venerdì sera in un raffronto con l’intervento alla Camera del Deputato Aiello.
(in allegato il video del M5S: https://www.facebook.com/movimento5stellecasteldaccia/videos/783224508514693/?refid=12)

Insomma un clima davvero incandescente che spacca una comunità con già troppi problemi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here