“Convivio d’inverno”, sabato la prima edizione

0
149

Sabato mattina a Casteldaccia si apre la Prima edizione dell’ incontro artistico “Convivio d’inverno”, direttore artistico il Maestro Silvio Benedetto.

Fortemente voluta dall’amministrazione Di Giacinto e dall’assessore alla P.I. Maria Tomasello, si apre Sabato mattina la Prima edizione della kermesse artistica “Convivio d’inverno”, creata dal direttore artistico Silvio Benedetto, animerà con musica pittura ed incontri Piazza Matrice e la Torre del Duca di Salaparuta di Casteldaccia .

La kermesse dunque, del poliedrico e prolifico artista argentino Silvio Benedetto, già protagonista di una forte e significativa presenza di azione culturale nella Sicilia degli anni 70, e poi via via sino ai nostri giorni, con alle spalle una lunga creazione di eventi e conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo per la sua produzione pittorica e scultorea ma anche teatrale, si articolerà in diversi momenti .

Si parte Sabato 16 alle ore 10,00 in Piazza matrice con la presentazione dei lavori dei laboratori di pittura scolastici, guidati da un’altra splendida firma del panorama pittorico Silvia Lotti, per passare poi ad una “Azione Pittorica”, vera e propria performance su una grandissima tela da eseguire sugli stimoli del dialogo con la piazza ed il suo pubblico, da parte dello stesso maestro Silvio Benedetto .

Si prosegue nel pomeriggio alle ore 17.00 dentro la Torre del Duca di Salaparuta con la presentazione delle personali del maestro Silvio Benedetto e con quella di Silvia Liotti “Tra terre acque cieli”, nonché, di una sorprendente mostra collettiva “uomostrutturambiente” ricca di altrettante importanti firme di caratura nazionale ed internazionale , che rimarranno visitabili negli orari di apertura del comune sino al 22 di febbraio .

Durante il pomeriggio si darà vita anche ad un ricordo della figura di Giovanni Castiglia per quello che doveva essere nella mente degli organizzatori un confronto aperto fra l’artista ed il pittore concittadino Pippo Di Giacinto che partecipa con alcune opere alla mostra collettiva .

Infine alle 18.00 un concerto di musiche “ La voce della Sicilia” con il canto di Giovanna Caruana e la chitarra di Mario Ferrara ed a seguire una guida all’ascolto di opere musicali argentine.

L‘evento, pensato anche in collaborazione con l’Istituto comprensivo di Casteldaccia, sarà dunque anche un omaggio al pittore Giovanni Castiglia recentemente scomparso, e della cui presenza concordata con gli organizzatori, è rimasta, testimonianza anche sulla locandina invito .

Vedere il nostro Castello così ricco di opere d’arte, entusiasmerà non poco il visitatore, e come ha scritto di recente Maria Luisa Florio, ammirare queste forti composizioni, appare come un autentico e prezioso regalo. In tempi in cui ritorna preponderante la riflessione verghiana tra vincitori e vinti, in cui si erigono muri e si emarginano gli ultimi, le opere di Benedetto danno voce ad un’umanità dolente, ma viva e piena di dignità.

Avendo avuto la fortuna di ammirare le opere esposte in un percorso non individuato e riconosciuto, posso assicurare si scorga facilmente questo filo conduttore in cui Il confronto stilistico le diverse tendenze sono solo apparenti, anche le opere più caotiche sono pienamente riuscite, contengono un principio ordinatore che punta a un’armonia superiore e che rimanda appunto a quell’umanità.

Di Nino Amato

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here